Connect
To Top

Dove sta andando l’Europa?

L’Europa ha bisogno di riscoprire e valorizzare le proprie radici giudaico-cristiane

Articolo correlato

Un’influenza pervasiva

di Jeff Fountain, fondatore dello Schuman Centre

La Bibbia è stata la più grande fonte d’ispirazione nello sviluppo dell’arte occidentale, fino ai tempi moderni (come ne abbiamo parlato la settimana scorsa nella nostra serie La Bibbia per negati nella Upper Room di Amsterdam). Una mancanza di conoscenza dei personaggi, dei temi e delle storie della Bibbia impoverisce la cultura e l’educazione, privando gli spettatori d’arte di una comprensione esatta.

Certo, le arti egiziane, mesopotamiche e greche rispecchiavano le civilizzazioni avanzate al momento in cui le storie dell’Antico Testamento erano ancora vissute; il Nuovo Testamento si svolgeva nel contesto di sviluppi artistici romani brillanti; e di ricche eredità artistiche greche e romane dell’osservazione della natura furono perse nei secoli di ciò che venivano spesso chiamati ‘i secoli bui’, e furono riscoperti in ciò che diventò conosciuto come il Rinascimento.

La causa di questa perdita era il comandamento di non avere ‘immagini scolpite’ (Es. 20:4).  Questo comandamento fu letto da correnti del giudaismo, del cristianesimo e dell’islam come un divieto di ogni forma d’arte figurativa, per timore che sia usata per l’idolatria. Eppure, nello stesso libro, leggiamo istruzioni di fare i due cherubini d’oro martellato sull’arca della testimonianza (Es. 25:22), e delle cortine per il tabernacolo con “cherubini artisticamente lavorati” (Es. 26:1), incitando l’argomento che soltanto le immagini destinate alla falsa adorazione erano vietate.
Vai al sito: https://www.schumancentre.eu/it/2020/02/un-influenza-pervasiva/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Attualità

Privacy Policy

Copyright © 2020 Comunicazioni Cristiane