Connect
To Top

A “Storie di Vita”, la testimonianza di Enos e Margherita Nolli

La diffusione dei social media e la facilità di accesso ed utilizzo ci consentono di condividere storie personali al di fuori delle pareti domestiche, non per cercare plausi e consensi ma semplicemente perché siamo fatti così, siamo, come disse Aristotele, “animali sociali”.

Da che mondo è mondo gli esseri umani hanno sempre amato raccontarsi. E’ un bisogno intessuto nel loro DNA. E’ uno dei tratti fondamentali che li distingue dalle altre specie.

Si raccontano storie per un’infinità di ragioni: per intrattenersi, per passare il tempo, per socializzare, per ricordare il passato, per non perdere la memoria di fatti ed avvenimenti importanti, per tramandare tradizioni, usi, costumi, valori, credenze, sentimenti; per mantenere vivo il legame con le proprie origini, per conservare la memoria storica della famiglia e del popolo di appartenenza. Si raccontano storie di vita anche per incoraggiare, per dare speranza, per portare luce in momenti difficili ed incomprensibili come quelli che stiamo vivendo in questo momento storico per il futuro dell’umanità. 

Il Coronavirus ci sta costringendo a stare nel ristretto ambito di casa propria. E’ tempo di raccontarsi, di parlare ai membri della propria famiglia, di raccontare loro emozioni ed eventi. 

La diffusione dei social media e la facilità di accesso ed utilizzo ci consentono di condividere storie personali al di fuori delle pareti domestiche, non per cercare plausi e consensi ma semplicemente perché siamo fatti così, siamo, come disse Aristotele, “animali sociali”.  Seguiteci sabato 21 marzo 2020 in diretta dalla pagina FB: https://www.facebook.com/televisionepentecostaleitaliana/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Cristianesimo

Privacy Policy

Copyright © 2020 Comunicazioni Cristiane