Connect
To Top

La moglie di Noè nella prima quarantena della storia

Dalla trasmissione “L’altra metà del cielo…nella Bibbia”

Testo della trasmissione radio, “L’altra metà del cielo…nella Bibbia”, ideata e condotta da Salvatore Loria con la partecipazione di Abigaela Trofin e Barbara Guidotti.

“Il personaggio biblico femminile oggetto della nostra indagine a tre dimensioni: biblica, psicologica e giornalistica, oggi è la prima donna-moglie-e mamma ad avere accompagnato la propria famiglia nella prima quarantena nella storia dell’umanità. Fedele alla vocazione del marito che ha ricevuto l’incarico divino di costruire un’arca di salvezza per i propri famigliari e un animale di ogni specie, su di lei la letteratura biblica ha fatto calare un velo di sacro silenzio. Non ha un nome e viene citata solo in relazione al marito. Lei è la moglie di Noè. Dai tempi del diluvio al 1966, quando James Last compose la famosa canzone che fa parte della sigla della nostra trasmissione “L’altra metà del cielo…nella Bibbia”, pare che nulla sia cambiato… questo è il mondo degli uomini, ma senza la donna non può fare nulla. Ci senti-vediamo dopo la sigla.

Martedì 31 marzo 2020

Benvenuti ad un’altra puntata de “L’altra metà del cielo…nella Bibbia”, insieme con Abigaela Trofin e Barbara Guidotti.

Io sono Salvatore Loria, autore e conduttore di questo programma. Chi mi segue da FB dirà… lo vediamo chi sei, mì, però questa è in primis una trasmissione radio, e noi dobbiamo dare, come si dice, un colpo alla botte e l’altro al cerchio. Non è facile gestire due canali di comunicazione così diversi come la radio e la televisione, perché in fondo di televisione si tratta.

Collegata con noi da casa Alessandra Lombardo, per la lettura degli scarni brani biblici che parlano appunto della “moglie di Noè”. 

Lettura: Genesi 6
18 Ma io stabilirò il mio patto con te (Noè); e tu entrerai nell’arca: tu e i tuoi figliuoli, la tua moglie e le mogli de’ tuoi figliuoli, con te.
Genesi 7
1E l’Eterno disse a Noè: ‘Entra nell’arca tu con tutta la tua famiglia, poiché t’ho veduto giusto nel mio cospetto, in questa generazione.
13 In quello stesso giorno, Noè, Sem, Cam e Jafet, figliuoli di Noè, la moglie di Noè e le tre mogli dei suoi figliuoli con loro, entrarono nell’arca:
Genesi 8 16:
16 ‘Esci dall’arca tu e la tua moglie, i tuoi figliuoli e le mogli dei tuoi figliuoli con te. 1
E Noè, coi suoi figliuoli, con la sua moglie e con le mogli de’ suoi figliuoli, entrò nell’arca per scampare dalle acque del diluvio.
18 E Noè uscì con i suoi figliuoli, con la sua moglie, e con le mogli dei suoi figliuoli

Grazie Alessandra.

Allora Abigaela, 

  1. Partiamo da un dato: nell’Antico Testamento i grandi protagonisti della storia della salvezza sono uomini sposati: Noè, Abrahamo, Isacco Giacobbe, Giuseppe, Mosè, Davide tanto per citarne alcuni. E sono tutti uomini che hanno vissuto grandi tensioni, che immancabilmente avranno riversato all’interno del rapporto di coppia. Eppure le loro mogli, tranne rarissimi casi, sono menzionate en-passant. Di alcune di loro non abbiamo neanche il nome. E’ il caso della moglie di Noè. Ma un ruolo decisivo devono pure averlo giocato nella grandezza dei loro mariti. Perché la Bibbia tace su di loro? 
  2. Barbara, una psicologa-psicoterapeuta d’indirizzo sistemico-relazionale che è allo stesso tempo una credente, come si sente davanti a questo “sacro silenzio”? 
  3. Abigaela, i racconti, proprio per la loro natura narrativa, non sono mai prescrittivi, tutt’al più possono essere educativi. Che genere di lezione si può imparare dal rapporto di coppia Noè-moglie? 
  4. Barbara, si sente spesso dire “Dietro un grande uomo, c’è una grande donna”. Che cosa si nasconde davvéro dietro questa affermazione? Una precisazione, un tentativo di dire tutta la verità, oppure alla fine dei conti una prospettiva sessista-maschilista?
  5. Abigaela, la Bibbia racconta: Questa è la posterità di Noè. Noè fu uomo giusto, integro, ai suoi tempi; Noè camminò con Dio. 10 E Noè generò tre figliuoli: Sem, Cam e Jafet.” Se la Bibbia fosse scritta oggi, come si racconterebbe questa storia? 
  6. Barbara, Noè era sicuramente uomo giusto ed integro. Ma questo non bastava né per avere dei figli, né per averli “giusti ed integri” da solo. In genere, chi ha un’influenza maggiore nello sviluppo psico-mentale e religioso-spirituale dei figli?
  7. Abigaela, agli albori dell’umanità la Bibbia assegna alla donna un ruolo di “aiuto convenevole” per l’uomo; onorevole,  di sostegno, ma pur sempre di secondo piano. Il protagonista è l’uomo.  C’è stato un punto nella storia della salvezza quando la donna ha ricevuto pari opportunità?
  8. Barbara,  qual è veramente il ruolo della donna all’interno della coppia, sul piano genetico-psicologico?
  9. Abigaela, Dio li ha creati maschio e femmina. Diversi per essere complementari o diversi per favorire uno dei due?
  10. Barbara ho trovato nella rete un mezzo-decalogo della buona moglie, dico mezzo, perché ci sono solo 5 punti e non 10 come nel decalogo di Mosè. Leggo: “Non è semplice essere una buona moglie, anche se hai un marito praticamente perfetto. Per essere una buona moglie devi essere in grado di comunicare efficacemente, di mantenere vivo il lato romantico e di essere la migliore amica di tuo marito pur mantenendo la tua individualità. Se vuoi sapere come fare, ti basta seguire questi passaggi.”

Vai incontro ai bisogni di tuo marito senza compromettere i tuoi.

Sii la migliore amica di tuo marito

Condividete dei sogni

Preserva la tua identità https://www.wikihow.it/Essere-una-Buona-Moglie

Gestisci lo stress 

Insomma stiamo parlando di una donna perfetta?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Cristianesimo

Privacy Policy

Copyright © 2020 Comunicazioni Cristiane