Connect
To Top

Cristiani perseguitati in Cina

Le autorità hanno compiuto un’incursione in una chiesa che si riunisce in casa, trattenendo brevemente il predicatore e i membri.

 Una squadra di funzionari dell’ufficio di pubblica sicurezza, dell’ufficio per gli affari etnici e religiosi, del ministero degli affari civili e della stazione di polizia ha fatto irruzione nella chiesa di Xuncheng mentre la   funzione era in corso. Il comandante della pubblica sicurezza è andato dritto al pulpito e ha confiscato il cellulare del conduttore, prima di chiedere che il fratello Zhang Chenghao andasse con loro.

Gina Goh, direttore regionale dell’International Christian Concern per il Sudest asiatico, ha detto: “Al giorno d’oggi, dove ogni religione in Cina deve sottomettersi al controllo del Partito Comunista Cinese (PCC) e del presidente Xi Jinping, non è più una sorpresa che una chiesa domestica sia vista come un nemico dello Stato e che sia messa sotto pressione. La cecità della Cina di fronte alla violazione della libertà religiosa deve essere continuamente esposta affinché Pechino sappia di non poterla fare franca nel compiere questi atti malvagi”. Scarica il pdf con le notizie

https://comunicazionicristiane.it/wp-content/uploads/2020/11/21-novembre-2020-Preghiera.pdf

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Cristianesimo

Privacy Policy

Copyright © 2020 Comunicazioni Cristiane